Per ogni disciplina scientifica è fondamentale MISURARE. Anche la fisioterapia, se ben fatta, necessita di misure.

Chi ci conosce ha già un’idea di come facciamo, nell’ambito fisioterapico gli OUTCOME principali che monitoriamo sono:

  • DOLORE (in quel momento, nelle 24 h, di notte ..)
  • IMPAIRMENT (cioè l’impossibilità di fare alcuni movimenti a causa di quella patologia)
  • PARTECIPAZIONE (l’impossibilità di svolgere alcune attività, quali hobbies, sport o altro)
E’ più facile da capire con due esempi

Paziente 1  UN IMPIEGATO che soffre di mal di collo, ha DOLORE forte la sera tornando dall’ufficio da 3 mesi a questa parte. Ogni volta che gli succede, il suo collo ha una scarsa mobilità nelle rotazioni (IMPAIRMENT) e a causa di questa situazione ha interrotto il suo hobby preferito, che è il giardinaggio (PARTECIPAZIONE).

Paziente 2 UN GIOCATORE DI PALLACANESTRO ha subìto una distorsione alla caviglia sinistra 7 giorni fa. Ha DOLORE se prova a caricare il peso sulla gamba traumatizzata. In più la caviglia, a causa del gonfiore e dell’edema, non si flette bene (IMPAIRMENT) e quindi ha dovuto sospendere la stagione, proprio nel momento dei Playoff! (PARTECIPAZIONE).

Questi due esempi, così lontani, ma per certi versi simili, ci dimostrano l’importanza di fare una valutazione accurata di tutti gli aspetti che possono influire sul processo di guarigione.

Non dobbiamo tralasciare proprio NULLA!

Per ottenere dei miglioramenti bisogna fissare degli OBIETTIVI CHIARI e CONDIVISI, quindi tracciare il sentiero verso il ritorno allo stato di salute migliore possibile, evitando perdite di tempo e denaro inutili.
La misurazione rappresenta lo strumento per superare il livello di valutazione soggettiva, verso l’oggettivazione ed il controllo dei risultati ottenuti.

A Fisio Isola facciamo tutto ciò, monitorando il nostro paziente secondo numerosi aspetti:

il DOLORE è un valore che è spesso soggettivo o comunque influenzabile (hai mai provato ad avere mal di pancia in una bella giornata dedicata a “sole e relax” e lo stesso dolore in un lunedì di 12 ore lavorative super stressanti? Secondo te c’è differenza?).

quindi

L’IMPAIRMENT è un aspetto già più oggettivo, lo valutiamo insieme.

Per esempio: ruoti il collo a destra di 30° senza dolore e a sinistra di 5° con molto dolore. Mi sembra un parametro valido per mostrare
i cambiamenti.

Oppure

Sulla Caviglia Traumatizzata riesci a fare 20 salti in 30 secondi, sull’altra invece ne fai 60 in 30
secondi. In questi casi la differenza è abbastanza evidente.

quindi

La PARTECIPAZIONE la si valuta utilizzando delle scale di misure (Neck Disability Index, Foot and Ankle Ability Measure in questi casi), che compilerai già in prima seduta e che ti somministreremo a intervalli regolari per monitorare i progressi INSIEME.

E’ indispensabile in fisioterapia (e in riabilitazione) poter disporre di strumenti e procedure specifiche per la misurazione multidimensionale dello stato di salute, rilevando dati su diversi aspetti dell’individuo.

MISURARE serve in primis A TE

Misurare serve per capire se e quanto stai facendo ti sta dando i risultati sperati.
Noi vogliamo essere una guida che, step by step, ti accompagna a ciò che puoi realmente ottenere. Purtroppo lo vediamo tutti i giorni: è troppo facile dare la colpa dei tuoi insuccessi agli altri, sviare tutti i campanelli di allarme, “dando la colpa” di un mancato recupero a fattori esterni.

TU TI MERITI DI STARE MEGLIO, DI RAGGIUNGERE I TUOI OBIETTIVI.

RIVOLGITI A UN FISIOTERAPISTA SPECIALIZZATO NEI DISTURBI MUSCOLOSCHELETRICI.

Un VERO PROFESSIONISTA ti può aiutare più di quanto immagini.

Alessandro Beppato FKT, OMPT, Co-titolare Fisio Isola